Vespa GT 60°

Vespa GT 60°

Al Salone di Milano del 2005 il gruppo Piaggio presentò la show bike Vespa GT-60, in vista delle celebrazioni per i primi sessant’anni di Vespa. Questo prototipo derivava dal modello GTS 250ie ABS, introdotto qualche mese prima sul mercato. Gli elementi distintivi erano il faro anteriore integrato sul parafango e il manubrio in tubo d’acciaio metallico a vista, i quali ricollegavano la moderna Vespa GT-60 alla prima Vespa 98. Inoltre, la GT-60 differiva dalla Vespa GTS per la sella in pelle marrone, formata da due elementi separati.

Nonostante la smentita di un’eventuale produzione del prototipo GT-60, il 23 aprile 2006 Piaggio presentò alla stampa internazionale la versione di serie denominata Vespa GT 60°, in concomitanza del 60° anniversario che fu celebrato al Museo Giovanni Alberto Agnelli di Pontedera (PI). Il successivo 11 maggio, in occasione del raduno mondiale Vespa Day tenutosi a Roma come da tradizione, la Vespa GT 60° fu presentata al grande pubblico.

La Vespa GT 60° confermava l’equipaggiamento della show bike da cui derivava, il quale comprendeva anche il cupolino sportivo fumé, il cruscotto con grafica retrò composta da display digitale a cristalli liquidi con le informazioni di bordo e strumentazione analogica di forma circolare con tachimetro e contakm, i blocchetti elettrici con finiture in tinta con la carrozzeria, le cromature e la speciale colorazione pastello Grigio 725 della scocca, più il motore 250ie da 22 CV di potenza e la dotazione di serie completa del dispositivo ABS.

L’unica differenza tra il prototipo e la versione di serie fu, tuttavia, l’utilizzo della pelle nera per il rivestimento della sella (composta da due elementi separati per conducente e passeggero), con cuciture a vista nello stesso colore della carrozzeria e rifinita a mano. La Vespa GT 60° è stata prodotta in soli 999 esemplari, quindi in serie limitata e proposta al prezzo unitario di 6.500 euro. Inoltre, per ogni esemplare erano previsti accessori e gadget personalizzati, come la targa riportante il numero di serie e le iniziali del primo proprietario, la custodia rivestita in pelle contenente il piatto d’argento con le iniziali del cliente, il portachiavi in pelle e il portadocumenti in pelle con il logo Vespa GT 60°.

Lascia un commento