Utilitarie 1973

Citroen Ami - Utilitarie 1973

La Citroen Ami era l’utilitaria del costruttore transalpino, proposta in due declinazioni: Ami 8, con il motore bicilindrico 602 da 35 CV di potenza e nell’allestimento Confort; Ami Super, con il propulsore 1015 a quattro cilindri da 61 CV di potenza.

Daf 44 - Utilitarie 1973

La Daf 44 era l’utilitaria del brand olandese, disponibile solo con il motore bicilindrico 850 da 40 CV di potenza, mentre la gamma era declinata negli allestimenti Comfort e Luxe.

Fiat 127 - Utilitarie 1973

La più importante utilitaria del mercato italiano era la Fiat 127, equipaggiata con il propulsore 900 a quattro cilindri da 47 CV di potenza, nonché proposta in due varianti di carrozzeria: a due porte o tre porte (con il portellone).

NSU Prinz 4 - Utilitarie 1973

Tra le utilitarie 1973 figurava anche la tedesca NSU Prinz 4, la cui gamma era composta da tre motorizzazioni ed altrettante declinazioni: 600 L da 30 CV di potenza; 1000 C da 40 CV di potenza; 1200 TT da 65 CV di potenza.

Peugeot 104 - Utilitarie 1973

La Peugeot 104 rappresentava la ‘voce fuori dal coro’ delle utilitarie 1973, non tanto per l’unità 954 da 46 CV di potenza, quanto per l’inusuale carrozzeria a quattro porte.

Renault 5 - Utilitarie 1973

La produzione automobilistica francese annoverava anche la Renault 5 tra le utilitarie 1973, proposta in due declinazioni ed altrettante motorizzazioni: L, con il propulsore 850 da 36 CV di potenza; TL, con il motore 950 da 44 CV di potenza.

Simca 1000 - Utilitarie 1973

Infine, sul mercato italiano era disponibile anche la Simca 1000, con le unità 950 da 44 CV di potenza per la versione LS, 1100 da 53 CV di potenza – anche con il cambio semiautomatico – per la declinazione GLS e 1300 da 60 CV di potenza per l’allestimento Special. Il top di gamma, invece, era rappresentato dalla versione sportiva Rallye, proposta in due declinazioni con il motore 1300: la Rallye 1 da 60 CV di potenza e la Rallye 2 da 85 CV di potenza.