Citycar 1973

Autobianchi A112

La Autobianchi A112 era la citycar 1973 di classe premium proposta dal costruttore di Desio, a quei tempi consociata della Lancia. Era disponibile con il motore 903 a quattro cilindri da 47 CV di potenza, anche nella declinazione più lussuosa identificata dalla lettera E. Inoltre, la gamma comprendeva anche la versione sportiva Abarth, mossa dal propulsore 982 da 58 CV.

Citroen Dyane

La Citroen Dyane era la citycar 1973 del brand francese, proposta sul mercato italiano in due declinazioni, ovvero la Dyane 4 con il motore bicilindrico 435 da 24 CV di potenza e la Dyane 6 con il propulsore 602 – anch’esso a due cilindri – da 35 CV di potenza.

Daf 33

La Daf 33, citycar 1973 del costruttore olandese, era disponibile solo con il motore bicilindrico 750 da 32 CV di potenza, mentre la gamma era declinata negli allestimenti Comfort e Luxe.

Fiat 126

La Fiat 126 rappresentava il brand italiano nel segmento delle citycar 1973, nell’unica versione con il propulsore bicilindrico 600 da 23 CV di potenza.

Fiat 500R

Nonostante la presenza dell’erede Fiat 126, il costruttore torinese proponeva anche la Fiat 500R come citycar 1973, la cui gamma prevede l’unità 600 a due cilindri da 18 CV di potenza.

Innocenti Mini

Tra le citycar 1973 sul mercato italiano figurava anche la Innocenti Mini, disponibile con il motore 1000 da 55 CV di potenza sia per il modello Minor che per la più lussuosa declinazione 1001. Inoltre, era prevista anche la versione Matic, con l’unità 1000 da 46 CV abbinata al cambio automatico. Il top di gamma, invece, era rappresentato dalla versione sportiva Cooper con il propulsore 1300 da 71 CV di potenza. Infine, la Innocenti Mini era proposta anche come modello Export, altresì nelle declinazioni 1001 e Cooper.

Renault 4

Infine, il mercato italiano delle citycar 1973 comprendeva anche la Renault 4, con il motore 850 da 30 CV e la gamma declinata negli allestimenti Lusso, Export e Special.