Citroen Dyane

Citroen Dyane

Esattamente cinquant’anni fa, nel mese di agosto del 1967, fu introdotta la Citroen Dyane. Condivideva la meccanica con la 2CV, da cui differiva per la maggiore praticità legata alla presenza del portellone posteriore e per lo stile più moderno della carrozzeria che portava la firma del designer Louis Bionier. Inoltre, la Citroen Dyane era più veloce, più comoda e più spaziosa dell’auto che, inizialmente, era destinata a sostituire, nonché dotata di vetri anteriori scorrevoli.

La Citroen Dyane, allo stesso modo della 2CV, brillava per la facilità di guida, l’affidabilità e l’economia nei costi di esercizio. Fu confermata l’inconfondibile capote, ma con il sistema d’apertura semplificato che consentiva anche l’azionamento dall’interno. L’abitacolo aveva la configurazione a quattro posti, disposti sui divanetti anteriore e posteriore, quest’ultimo anche ribaltabile. Il quadro tecnico era completato dalle specifiche sospensioni interconnesse, per assicurare ottimi risultati sia in termini di comfort che nella tenuta di strada.

Al momento del lancio, la Citroen Dyane era disponibile con il motore bicilindrico 400 da 21 CV di potenza (lo stesso della 2CV), caratterizzato dall’architettura boxer e raffreddato ad aria. In caso d’emergenza, il motore poteva essere avviato manualmente, mediante la manovella da introdurre nell’apposita fessura della calandra.

Nel 1968, a causa dello scarso successo iniziale registrato sul mercato francese (ancora affezionato alla 2CV), la gamma della Citroen Dyane fu aggiornata con la creazione di due declinazioni. Infatti, oltre alla versione Dyane 4 con il confermato motore 400, debuttò la versione Dyane 6 con il propulsore 600 – lo stesso della Ami 6 – da 28 CV di potenza e 120 km/h di velocità massima. La Citroen Dyane fu accolta calorosamente in Italia, dove fu definita “L’auto in jeans” come lo slogan della azzeccata campagna pubblicitaria. Il successo sul mercato italiano è legato anche alla gamma cromatica, composta dalle vivaci colorazioni Azzurro, Beige, Rouge Mandarin, Orange Teneré, Giallo Calabria, Avorio, Verde e Oro.

La Citroen Dyane fu aggiornata nuovamente nel 1969, con l’introduzione del terzo finestrino laterale e l’aumento della potenza fino a 35 CV per la declinazione Dyane 6, quest’ultima nota in Italia anche con la denominazione ‘Dyanissima’. Altre novità sono state introdotte anche in seguito, come il volante monorazza nel 1973 e i freni a disco anteriori (con liquido minerale LHM) nel 1978. Tra le altre declinazioni, invece, figura la versione speciale Caban, introdotta nel 1977 e prodotta in soli 1.500 esemplari.

L’uscita di scena della Citroen Dyane risale al 1983, dopo esser stata prodotta in 1.443.583 esemplari. Nel conteggio compaiono anche le 253.393 unità della variante ‘veicolo commerciale’ denominata Acadiane, in produzione dal 1977 al 1987 e proposta anche nella versione Oasi omologata come camper.